venerdì 9 marzo 2018

Donne ferite




Una goccia ghiacciata
scende e riflette il sole
punge il vento nel silenzio
di mani screpolate.
Un pensiero costante
si adagia nel calore
parole che di buono
hanno l'amore, prima
che cada una lacrima.
Poi, una riga sul viso
accende il dolore
le labbra tremano
non posso urlare
foschia di nubi s'alza
si piega lo stomaco
nessuno sente, nessuno
sa della mia tristezza
soltanto la goccia
scende e si allarga.

Chiara


9 commenti:

  1. Quando finiranno le sofferenze segrete della donna...
    Una lirica toccante che esprime molto bene il dolore di certe situazioni. Bravissima come sempre!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Quando finiranno le sofferenze segrete della donna...
    Una lirica toccante che esprime molto bene il dolore di certe situazioni. Bravissima come sempre!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  3. Speriamo nelle nuove generazioni. Un abbraccio e grazie!
    Chiara

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Grazie Giorgio
      un abbraccio e grazie
      Chiara

      Elimina
  5. Sempre molto belle le tue poesie anche se si sente il cuore sofferente. ti abbraccio con affetto cara Chiara. ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bruna
      Un abbraccio e grazie
      Chiara

      Elimina
  6. donne ferite
    Come riesci a cogliere il dolore di chi è ferito.
    Un cuore che si oscura come nubi grige e lo sfogo che cerca comprensione: una lacrima che si tinge di nero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea
      che bello, siamo anche qui a leggere i nostri blog.
      Un abbraccio e grazie
      Chiara

      Elimina