martedì 6 febbraio 2018



                          Foto personale.

Scende come lacrima la pioggia

tormenta il sospiro di un sorriso

tra queste grige nubi pesanti: sarà

forse il viaggio che chiama

o l'umore che si evidenzia, qui

tra un albero spoglio

e il muto andare del merlo

sotto grondaie di inutili passi?

L' attesa è allegria di canti

di sogni azzurri e fate

in un cielo terso: ma è febbraio

il mese incerto di giorni e

ricco di nebbie al primo mattino

impronta che il ghiaccio conosce

quella del silenzio tra gli anfratti

dove anche le gemme sanno

che il filare del giorno si allunga

in attesa dei vespri, il migrare.


Chiara





7 commenti:

  1. Bellissima poesia dedicata a Febbraio, un mese ancora invernale ma già carico di promesse di Primavera.
    Molto suggestiva la foto.
    Bravissima come sempre!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Bellissima poesia dedicata a Febbraio, un mese ancora invernale ma già carico di promesse di Primavera.
    Molto suggestiva la foto.
    Bravissima come sempre!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Grazie Giovanna
    Un abbraccio
    Chiara

    RispondiElimina
  4. In questi versi è vivo l'incanto con la natura. Ricordi, riflessioni, visioni sono punti di riferimento efficaci.
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Franca
    Un abbraccio
    Chiara

    RispondiElimina
  6. Navigando col sentimento fra le meraviglie della natura
    Ciao Chiara
    Buona serata
    Giorgio

    RispondiElimina
  7. Grazie Giorgio
    Un abbraccio
    Chiara

    RispondiElimina