venerdì 12 aprile 2013

Pioggia


La pioggia riga le guance
assapora il terreno e da frutto
poi piano piano
trascina l'umore nel torrente
a goccia a goccia
si allarga il letto di sassi
piango.
Sole che fai, stai a guadare
dietro le nuvole?
Innondo di parole il destino
che ride e scherza.
Passerà questo tempo
sì, passerà.
Tra venti e tempeste
si ricomincia a fiorire
di pesco, di susino, il ciliegio poi
è una cartolina vederlo, un sogno.
E poi dicono che disastro
ma guarda di quanti colori
è piena la vita.
Chiara

5 commenti:

  1. "...passerà questo tempo..."
    E' così che certi versi rendono poesia una realtà a volte triste.
    Sei proprio brava, mia cara.
    I colori della natura ci rallegrano l'animo
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Sì la vita è piena di colori per coloro che la sanno guardare dalla giusta prospettiva e l'alternarsi delle stagioni e della pioggia e del sole, col loro continuo contrasto, la rendono ancora più appetibile e cara.
    Sempre apprezzabili i tuoi versi mi catturano.
    Un carissimo saluto
    Giorgio

    RispondiElimina
  3. Domenica Luise19 aprile 2013 00:07

    Certe volte mi chiedo se le stagioni siano simbolo dei nostri stati d'animo o viceversa, ma poco importa: viviamo tra il sorriso e il pianto, come tu dici in questa delicata poesia. Per il momento, godiamo i primi e ritardatari barlumi primaverili.

    RispondiElimina
  4. Ti lascio il mio più caro saluto
    Giorgio

    RispondiElimina
  5. Mia cara
    La tua "Pioggia" ha un sapore di primavera, di rinascita, di gioia della vita.
    Se penso a quanto sono tristi le mie poesie sulla pioggia!
    Per fortuna che tu nei trai tutti i lati positivi.
    Sei una bella persona, cara Chiara.
    Un abbraccio

    RispondiElimina